News

BOTTINO VENETO – BERRETTI VINCENTE A BASSANO

Bassano-SPAL  2-3

 

Bassano: Brino, Bortot, Dal Monte, Scanagatta, Bonetto, Favero, Xusa, Maistrello (14′ st Trento), Sciancalepore, Fornasa (28′ st Ziviani), Bordignon (32′ st Lovato). A disp.: Scaranto, Marchioron, Zanin, Rigoni. All.: Baldi

 

SPAL: Ranieri, Ambrosini, Farina, Curci, Laquaglia, Sorrentino, Berto (28′ st Milan), Merighi, Pivelli (36′ st Baldon), Concas (24′ st De Martino), Scarpi. A disp.: Anselmi, Fortini, Mantovani, Maghini. All.: Varricchio

 

Arbitro: Poli di Verona

 

Marcatori: 21′ pt e 15′ st Concas, 1′ st rig. Scanagatta, 41′ st Baldon, 45′ st Sciancalepore

 

Note: ammoniti: Dal Monte, Scanagatta, Xusa per il Bassano; Ambrosini, Farina, Laquaglia, Berto, Scarpi per la SPAL.

 

I Berretti di Max Varricchio riscattano in pieno la delusione di una settimana fa contro il Milan, battendo a domicilio il Bassano al termine di una prestazione grintosa e spettacolare.

La gara è stata molto positiva: di certo una delle migliori partite viste giocare quest’anno dai giovani spallini, migliore addirittura della già interessante prova contro i rossoneri al “Mazza”.

Partita in modo contratto, la formazione di Varricchio, aiutata dalle buone intuizioni tra i pali di Ranieri, si è portata avanti con una bellissima azione corale orchestrata da Scarpi e Pivelli, che hanno liberato Concas davanti al portiere: piatto vincente per il vantaggio spallino.

Pur controllando l’incontro, al primo minuto della ripresa, su ingenuità di Laquaglia, il Bassano ha pareggiato grazie al calcio di rigore trasformato da Scanagatta.

Ma a metà tempo, ancora Concas in mischia ha ribadito in rete un pallone vagante in area piccola.

La SPAL ha continuato a dettare gioco, mettendo in difficoltà i padroni di casa, che grazie al loro estremo difensore hanno alleggerito il parziale.

Parziale appesantito dalla rete di Baldon, favorito dalla spizzata di testa di Curci.

Ad inizio recupero, i vicentini hanno riaperto l’incontro con una rete molto dubbia di Sciancalepore, cercando negli ultimi cinque finali di agguantare il pareggio, ma la buona organizzazione difensiva degli estensi ha portato i tre punti fino al full time.