News

Primavera – Spal, che impresa: 2-0 in casa del Napoli!

Napoli – Spal  0-2

Napoli: Marfella, Schiavi, Riccio, Basit (dal 77′ De Simone), Granata, Milanese, Insigne (dal 82′ Della Corte), Otranto, Negro, Acunzo (dal 51′ Russo), Liguori. All. Saurini

Spal: Thiam, Granziera, Equizi, Boccafoglia, Scarparo, Picozzi (dal 75′ Cigognini), Strefezza, Eklu, Di Pardo, Artioli (dal 65′ Cantelli), Vago (dal 83′ Boreggio). All. R.Rossi

Arbitro: Sig. Valiante sez. di Salerno

Marcatori: 27′ Boccafoglia, 74′ Strefezza (rig.)

Ammoniti: Basit (N), Artioli (S), Strefezza (S), Schiavi (N)

Seconda trasferta consecutiva per i ragazzi di Mr. Rossi che, dopo la trasferta di Trapani, hanno affrontato presso il centro sportivo Sant’Antimo il Napoli di Mr. Saurini. Una Spal mai in difficoltà a fronte di un avversario di livello, reduce dalla prestazione di mercoledì in UEFA Youth League.

La Spal, complice qualche assenza per problemi fisici e per squalifiche, si schiera con Scarparo al centro della difesa (esordio da titolare in campionato) e Strefezza alto, in un ruolo inedito per il laterale italo-brasiliano.

Gli estensi partono forte proprio con Strefezza e Di Pardo che pungono la difesa avversaria, trovando Marfella e compagni pronti a evitare lo svantaggio. Al 21′ un colpo di testa di Eklu viene deviato da Milanese favorendo l’intervento dell’estremo difensore della formazione di casa. Tre minuti più tardi è Boccafoglia a sbloccare la partita con un bel colpo di testa ad incrociare sul secondo palo: assist di Vago da corner.

La risposta del Napoli è affidata a Negro, che conclude alto da buona posizione, e a Liguori, scaltro nel voler sorprendere Thiam direttamente dalla bandierina, trovando l’opposizione del numero uno biancazzurro.

Nel secondo tempo gli azzurri varano un nuovo sistema di gioco per cercare di impensierire la formazione spallina; sono ancora gli ospiti però, a creare maggiori preoccupazione alla difesa avversaria, ancora con l’esterno brasiliano che scalda le mani a Marfella, il quale recupera il pallone in due tempi.

Al 60′ palla filtrante di Artioli per Vago, il cui destro si stampa sul palo a portiere battuto. Occasionissima per la Spal, mentre dieci minuti più tardi è bravo Picozzi a chiudere un’azione pericolosa imbastita da Russo, anticipando di un soffio Liguori.

Alla mezz’ora della ripresa, l’episodio che chiude il match: lo scatenato Strefezza recupera palla al limite dell’area di rigore e punta Schiavi che lo stende. L’arbitro decreta il calcio di rigore che lo stesso numero sette realizza spiazzando il portiere.

Il Napoli sembra incapace di reagire e non riesce ad impensierire la retroguardia della formazione di Mister Rossi, parsa quest’oggi molto lucida e applicata ai dettami del proprio allenatore.

Proprio quest’ultimo, commenta così la vittoria: “E’ una valida risposta alla prestazione di sabato scorso. Sono molto soddisfatto di questa vittoria, poichè abbiamo espresso un buon calcio, sacrificandoci, dimostrando compattezza e qualità come squadra e come singoli. Non dobbiamo dimenticarci come il Napoli fosse una squadra in crescita, con valori da non sottovalutare. Già prima della partita ero fiducioso perchè avevo visto il giusto atteggiamento durante gli allenamenti. Se riusciremo a dare continuità a questo tipo di prestazioni, potremo dire la nostra in questo campionato.”