News

Primavera – SPAL straripante: 4-1 al Parma e playoff più vicini

SPAL – Parma 4-1

SPAL: Seri, Coulange, Martina, Boccafoglia, Barbosa Vischi, Esposito (dal 46′ Ljubic), Russo, Maranzino, Barbosa Avelino (dal 70′ Clement), Parolin (dall’ 81′ Sare), Cuellar. All. Cottafava

Parma: Corvi, Garni, Dodi, Rallo, Di Maggio, Santovito, Martino, Patacchini, Davitti (dal 52′ Longo), Seck, Mastaj (dal 75′ Carniato). All. Iori

Arbitro: Sig. Zufferli di Udine

Marcatori: 19′ Barbosa Avelino (S), 21′ 33′ Esposito (S), 59′ Longo (P), 72′ Ljubic (S)

Ammonizioni: Mastaj, Santovito. Espulso al 78′ Patacchini (P).

 

È il Parma l’avversario della Primavera biancazzurra quest’oggi. Padroni di casa che partono forte e chiudono il primo tempo sul 3-0.
Dopo solo tre minuti Parolin scappa alla linea difensiva ducale e scaglia un bel sinistro che, deviato dal portiere, incoccia il palo. Qualche minuto più tardi, Barbosa Avelino sfiora la rete con un tiro da fuori. È solo il preludio al gol, che arriva, puntuale, una decina di minuti dopo.
Bell’azione di rimessa: Martina mette al centro, la punta brasiliana arriva a contrasto con il diretto marcatore e, da terra, insacca l’1-0.
Due minuti ed è 2-0 SPAL. Triangolazione Parolin-Russo-Esposito, “piattone” del centrocampista napoletano che fredda Corvi, infilandolo alla sua destra. Il numero 6 troverà la doppietta personale con un diagonale dalla distanza alla mezz’ora.

Nella ripresa, il Parma prova ad accorciare le distanze. Al 58′ Santovito centra la traversa sugli sviluppi di un corner, mentre due minuti più tardi Longo, subentrato, segna il 3-1 direttamente da calcio piazzato. Al 72′ la SPAL cala il poker con Ljubic, entrato per Esposito, autore di un tiro dalla distanza che si infila a fil di palo. Nel finale, Parolin e Sare sfiorano la quinta rete.

Soddisfatto Cottafava che commenta così la prestazione dei suoi: “Oggi abbiamo fatto veramente una buona partita. Siamo vicini al traguardo, ma finchè non sarà la matematica a dirci che siamo qualificati dobbiamo rimanere concentrati ed affrontare la prossima partita con la testa giusta”.